TraduzioniCategoria: GrecoUna vendetta di Afrodite – tratto da Leucippe e Clitofonte (8.12.1-4) – Achille Tazio
maria ha chiesto 12 mesi fa

Παρθένος ἦν εὐειδήςὄνομα Ῥοδῶπιςκυνηγίων ἐρῶσα καὶ θήραςπόδες ταχεῖςεὔστοχοι χεῖρεςζώνη καὶ μίτρα καὶἀνεζωσμένος εἰς γόνυ χιτὼν καὶ κατὰ ἄνδρας κουρὰ τριχῶνὉρᾷ ταύτηνἌρτεμιςκαὶ ἐπῄνει καὶ ἐκάλει καὶ σύνθηρον ἐποιήσατοκαὶ τὰ πλεῖστα κοινὰἦν αὐταῖς θηράματα. Ἀλλὰ καὶ ὤμοσεν ἀεὶ παραμενεῖν καὶ τὴν πρὸς ἄνδρας ὁμιλίαν φυγεῖν καὶτὴν ἐξ Ἀφροδίτης ὕβριν μὴ παθεῖνὬμοσεν  Ῥοδῶπιςκαὶ ἤκουσεν Ἀφροδίτη καὶ ὀργίζεται καὶ ἀμύνασθαι θέλει τὴν κόρην τῆς ὑπεροψίαςΝεανίσκος ἦν Ἐφέσιος καλὸς ἐν μειρακίοις ὅσον Ῥοδῶπις ἐν παρθένοις:Εὐθύνικον αὐτὸν ἐκάλουνἐθήρα δὲ καὶ αὐτὸς ὡς Ῥοδῶπιςκαὶ τὴν Ἀφροδίτηνὁμοίως οὐκ ἤθελεν εἰδέναι.Ἐπ̓ ἀμφοτέρους οὖν  θεὸς ἔρχεται καὶ τὰς θήρας αὐτῶν εἰς ἓν συνάγειτέως γὰρ ἦσαν κεχωρισμένοι δὲ Ἄρτεμις τηνικαῦτα οὐ παρῆν.

Una vendetta di Afrodite – tratto da Leucippe e Clitofonte (8.12.1-4) – Achille Tazio
1 Risposte
Miglior Risposta
Rina ha risposto 12 mesi fa

C’era una vergine di bell’aspetto, chiamata Rodope, amante delle attività di caccia e della ricerca di prede; veloce nei piedi e abile nel lanciare dardi, portava la cintura e la mitra, la veste succinta fino al ginocchio e i capelli corti alla maniera degli uomini. Come Artemide la vide, la lodò grandemente, la chiamò e la fece compagna di caccia; per lo più  le prede erano a loro comuni. Ma le fece giurare che sarebbe rimasta sempre con lei e che avrebbe rifiutato la compagnia degli uomini e che mai avrebbe ceduto all’insolenza di Venere. Rodope giurò, Afrodite ascoltò e si irritò, e decide di vendicarsi della superbia della fanciulla. C’era un giovanetto di Efeso bello tra i giovani come Rodope tra le fanciulle; si chiamava Eutinico. Lui stesso andava a caccia come Rodope,  e allo stesso modo aveva deciso di non conoscere Venere. La dea dunque va a cercare entrambi e li conduce a caccia nello stesso luogo; infatti prima non si erano mai conosciuti. Artemide  non era presente in quel momento.

Risposta perUna vendetta di Afrodite – tratto da Leucippe e Clitofonte (8.12.1-4) – Achille Tazio