Le proposizioni completive rette dai verba timendi sono subordinate introdotte da:

  • ne, ut, ne non + congiuntivo.

In particolare si utilizza:

  • ne quando si teme che avvenga un fatto;
  • ut oppure ne non quando si teme che il fatto non avvenga.

Se i verba timendi sono preceduti da una negazione, si utilizza sempre ne non.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.