TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio -De vita Caesarum – Claudius – VIII
Vale ha chiesto 2 anni fa

Nec eo minus contumeliis obnoxius vixit. Nam et si paulo serius ad praedictam cenae horam ocurrisset, non nisi aegre et circuito demum triclinio recipiebatur, et quotiens post cibum addormisceret, quod ei fere accidebat, olearum aut palmularum ossibus incessebatur, interdum ferula flagrove velut per ludum excitabatur a copreis. Solebant et manibus stertentis socci induci, ut repente expergefactus faciem sibimet confricaret.

Svetonio -De vita Caesarum – Claudius – VIII
1 Risposte
Rina ha risposto 2 anni fa

Nonostante ciò, visse esposto alle ingiurie. Infatti, anche se giungeva un po’ più tardi rispetto all’ora prevista per la cena, non senza fatica trovava un posto e solo dopo aver fatto il giro del triclinio, e ogni volta che dopo pranzo si appisolava, cosa che solitamente gli accadeva, veniva bersagliato da noccioli di olive e datteri; talvolta, come per scherzo, veniva svegliato dai buffoni con la bacchetta o la frusta. Erano soliti, mentre russava, infilargli dei calzari alle mani, affinché, svegliato all’improvviso, se li strofinasse in faccia.   

Risposta perSvetonio -De vita Caesarum – Claudius – VIII