TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XI
Rina ha chiesto 4 anni fa

Conciliato populi favore temptavit per partem tribunorum, ut sibi Aegyptus provincia plebiscito daretur, nanctus extraordinarii imperii occasionem, quod Alexandrini regem suum, socium atque amicum a senatu appellatum, expulerant resque vulgo inprobabatur. Nec obtinuit adversante optimatium factione: quorum auctoritatem ut quibus posset modis in vicem deminueret, tropaea Gai Mari de Iugurtha deque Cimbris atque Teutonis olim a Sulla disiecta restituit atque in exercenda de sicaris quaestione eos quoque sicariorum numero habuit, qui proscriptione ob relata civium Romanorum capita pecunias ex aerario acceperant, quamquam exceptos Cornelis legibus.

Svetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XI
1 Risposte
Rina ha risposto 4 anni fa

Procuratosi il favore del popolo con l’aiuto di una parte dei tribuni, cercò di farsi assegnare la provincia d’Egitto per decreto popolare, cogliendo l’occasione di straordinario potere, poiché gli Alessandrini avevano scacciato il loro re, proclamato alleato e amico dal senato, e la cosa era stata disapprovata da tutti. Non riuscì nell’intento poiché la fazione degli ottimati si oppose: viceversa per ridurre in ogni modo potesse l’autorità di quelli, ricollocò al posto di prima i trofei di Gaio Mario su Giugurta e sui Cimbri e Teutoni, da tempo abbattuti da Silla; inoltre, nell’inchiesta intentata contro i sicari fece ascrivere nel numero dei sicari anche quelli che durante la proscrizione avevano accettato denaro dal tesoro pubblico a causa delle denunce rivolte dei cittadini romani, sebbene ne fossero stati esclusi dalle leggi Cornelie.

Risposta perSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XI