TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XXI
Rina ha chiesto 4 anni fa

Sub idem tempus Calpurniam L. Pisonis filiam successuri sibi in consulatu duxit uxorem suamque, Iuliam, Gnaeo Pompeio conlocauit repudiato priore sponso Seruilio Caepione, cuius uel praecipua opera paulo ante Bibulum inpugnauerat. ac post nouam adfinitatem Pompeium primum rogare sententiam coepit, cum Crassum soleret essetque consuetudo, ut quem ordinem interrogandi sententias consul Kal. Ianuariis instituisset, eum toto anno conseruaret.

Svetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XXI
1 Risposte
Rina ha risposto 4 anni fa

In quello stesso periodo prese in moglie Calpurnia, figlia di Lucio Pisone, designato a succedergli nel consolato, e diede la sua di figlia, Giulia, a Gneo Pompeo, dopo aver comunicato la rottura del precedente fidanzamento con Servilio Cepione, con il cui aiuto particolare poco tempo prima aveva contrastato Bibulo. E dopo la nuova parentela, iniziò a chiedere il parere ufficiale per primo a Pompeio, nonostante fosse solito (chiederlo a) Crasso e ci fosse la consuetudine che il console, avendo stabilito nel primo giorno di gennaio quell’ordine i richiedere pareri, lo conservasse per tutto l’anno.

Risposta perSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XXI