TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio – De vita Caesarum – Vitellio- III
Rina ha chiesto 4 anni fa

Decessit paralysi altero die quam correptus est, duobus filiis superstitibus, quos ex Sextilia probatissima nec ignobili femina editos consules vidit, et quidem eodem ambos totoque anno, cum maiori minor in sex menses successisset. Defunctum senatus publico funere honoravit, item statua pro rostris cum hac inscriptione: PIETATIS IMMOBILIS ERGA PRINCIPEM.

Svetonio – De vita Caesarum – Vitellio- III
1 Risposte
Rina ha risposto 4 anni fa

Morì di paralisi il giorno successivo che ne fu colpito. Gli sopravvissero due figli che, avuti da Sestilia donna onestissima e non senza nobiltà, vide consoli e per di più entrambi in quello stesso anno, dal momento che il minore successe al maggiore in sei mesi. Una volta morto, il senato lo onorò con un pubblico funerale, allo stesso modo con una statua davanti ai Rostri con questa iscrizione: “Di costante devozione verso il principe”.

Risposta perSvetonio – De vita Caesarum – Vitellio- III