TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XIII
Rina ha chiesto 4 anni fa

Deposita provinciae spe pontificatum maximum petit non sine profusissima largitione; in qua reputans magnitudinem aeris alieni, cum mane ad comitia descenderet, praedixisse matri osculanti fertur “domum se nisi pontificem non reversurum.” Atque ita potentissimos duos competitores multumque et aetate et dignitate antecedentes superavit, ut plura ipse in eorum tribubus suffragia quam uterque in omnibus tulerit.

Svetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XIII
1 Risposte
Rina ha risposto 4 anni fa

Abbandonata la speranza della provincia, aspirò al pontificato massimo non senza una profusissima elargizione: si racconta che a proposito di questo, considerando la grandezza del debito, quando di mattina si recò ai comizi elettorali, predisse alla madre mentre lo baciava che egli non sarebbe tornato a casa se non da pontefice. E così la spuntò su due potentissimi competitori che erano superiori di molto sia per età che per dignità, tanto che lui stesso ottenne più voti nelle loro tribù che ciascuno dei due in tutte quante.

Risposta perSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – XIII