TraduzioniCategoria: LatinoSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – X
Rina ha chiesto 4 anni fa

Aedilis praeter comitium ac forum basilicasque etiam Capitolium ornavit porticibus ad tempus extructis, in quibus abundante rerum copia pars apparatus exponeretur. Venationes autem ludosque et cum collega et separatim edidit, quo factum est, ut communium quoque inpensarum solus gratiam caperet nec dissimularet collega eius Marcus Bibulus “evenisse sibi quod Polluci: ut enim geminis fratribus aedes in foro constituta tantum Castoris vocaretur, ita suam Caesarisque munificentiam unius Caesaris dici.” Adiecit insuper Caesar etiam gladiatorium munus, sed aliquanto paucioribus quam destinaverat paribus; nam cum multiplici undique familia comparata inimicos exterruisset, cautum est de numero gladiatorum, quo ne maiorem cuiquam habere Romae liceret.

Svetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – X
1 Risposte
Rina ha risposto 4 anni fa

Come edile, oltre il Comizio e il Foro e le basiliche abbellì anche il Campidoglio con portici costruiti provvisoriamente, in cui, a causa dell’abbondante quantità di oggetti, si esponesse una parte degli ornamenti. Allestì anche cacce e giochi sia con il collega sia separatamente; perciò avvenne che ottenne riconoscenza da solo anche delle spese comuni e il suo collega Marco Bibulo non nascondeva “che era capitato a lui ciò che (era avvenuto) a Polluce: come infatti il tempio dedicato nel foro ai due fratelli gemelli era chiamato soltanto “di Castore”, così la sua munificenza e quella di Cesare era riferita al solo Cesare”. Inoltre Cesare aggiunse anche uno spettacolo di gladiatori, ma con coppie un po’ meno numerose di quanto avesse stabilito; infatti con il gran numero di schiavi procurati da tutte le parti aveva spaventato gli avversati, (quindi) si fissò un numero di gladiatori, per cui a nessuno era permesso averne più di tanti a Roma.

Risposta perSvetonio – De vita Caesarum – Divus Iulius – X